PRIVATE di Colum McCann
3 commenti

Il libro giusto al momento sbagliato

Un libro del genere non esiste. O almeno spero!

 

Il libro della vergogna

L’esordio di un autore spesso coincide con il suo “libro della vergogna”. Il mio primo libro è La legge del fiume, e oggi alcune parti mi fanno decisamente rabbrividire! Tuttavia, non nego di essergli molto affezionato. È il libro di un giovane scrittore. Non vorrei cambiarlo in alcun modo, ma nemmeno desidero passare troppo tempo in sua compagnia.


Il libro citato e mai letto

Credo che la Bibbia sia il libro più citato – anche a sproposito – di tutti i tempi. Non l’ho mai letto, se non da bambino, a scuola.

 

Il libro prestato e mai restituito

Il primo libro che ho letto di John Berger, Ritratto di un pittore, l’ho preso in prestito da un amico. Mi ha fatto letteralmente esplodere il cuore. Me lo sono tenuto, l’ho custodito gelosamente. E, cosa strana, ho comprato per il mio amico una copia nuova. Io volevo la sua vecchia copia, quella che avevo letto e riletto, che avevo vissuto.

 

Il libro di una storia d’amore

Tutte le storie sono storie d’amore. Almeno all’inizio.

 

Il libro di un luogo da dimenticare

Me lo sono dimenticato!

 

Il libro matrioska, che non si finisce mai di capire

L’Ulisse è un libro fondamentale. Ogni volta che lo riprendi in mano è diverso, e svela un lato nuovo e insospettato. È il più grande libro mai scritto, una vera e propria enciclopedia dell’esperienza umana.

 

Il libro della delusione

Ogni libro, in qualche modo, rappresenta un fallimento. Nessuno viene esattamente come te lo eri immaginato, tutti finiscono per discostarsi da ciò che avevi in mente. Ma questa è un’ulteriore ragione per amare la letteratura, e mi riporta alla mente una famosa frase di Samuel Beckett: “Non importa, prova ancora. Sbaglia di nuovo. Sbaglia meglio”.

 

Il libro per chi scrive

Il libro dell’inquietudine, di Fernando Pessoa.

 

Il libro del futuro

Il libro del futuro sarà un iper libro, un libro capace di creare tutte le connessioni e di dar loro un senso. Sarà un atto di semplicità, anzi ci folgorerà con la sua semplicità.

Inserisci il tuo commento

*