lavoro

Il trucco

Non lavoro.

 

Per scelta.

 

Per vocazione.

 

Per istinto.

 

Per di-ri-tto.

 

Perché ho visto cose che voi schiavi non potete neanche immaginare, ho sentito ordini, imposizioni, condanne, frustate sulle orecchie e sulle spalle e sui muscoli degli altri servi come voi. read more

Granta Italia sul Corriere della Sera

“Granta” e il lavoro: l’esordio italiano con Rushdie e McCann

di Manera Livia

(Corriere della Sera – 31 maggio 2011)

L’archetto suona la cetra

La biolca – spiego a Pinazzoli mentre facciam girare all’unisono i cucchiaini nelle tazze – è un’unità di superficie utilizzata in una certa zona agricola della pianura padana centrorientale. Corrisponde a diecimila braccia quadre, trecento pertiche e zero virgola trentatre ettari, nel senso che in un ettaro ci sono tre virgola tre biolche, con qualche variazione a seconda dell’area parcellare. read more

Lavoratori, 2001-2010

Mi sono sempre divertito molto a fotografare i lavoratori. Quando mi avvicino con la macchina fotografica a qualcuno che ci sta dando dentro con attrezzi pesanti, in genere mi chiedono perché li fotografo. In realtà, la domanda che viene alla mente quando sgobbiamo e qualcuno ci fissa è «Ma non hai niente di meglio da fare?», però il lavoratore è gentile, e fa vedere che si informa. Per me è sempre difficile rispondere, quindi cerco di neutralizzare la cosa anticipando: «Ti posso fotografare?». «Perché?» è invariabilmente la risposta, e si ricomincia.

 

Rompi-capo

 

Diciamo che io non lavoro se tu lavori, e noi non lavoriamo se lavora lui, e lui non lavora se lavorano loro, anche se io sono laureato e tu no, ma lui ha un dottorato e loro tre master, e noi no, mentre io ho poca esperienza e tu invece ce l’hai, lui è amico dell’assessore ma loro sono figli di. read more

Modulo uno. Creare il problema, vendere la soluzione.

Per essere qui oggi mi pagano tremila euro. Voglio che lo sappiate, due ore di lezione, tremila euro. Ecco il mondo del lavoro di cui continuate a lamentarvi ogni giorno. Il problema non è la crisi: il problema è che non avete fantasia. Due anni fa, quando l’azienda per cui lavoravo mi mise alla porta insieme ad altri sei dirigenti, io uno stipendio me lo sono inventato. Dal nulla, in quattro semplici mosse.

read more

E tu, di preciso, di che cosa ti occupi?

 

Piacere. E tu di che cosa ti occupi? Disoccupato? Tu sei disoccupato? Proprio nel senso che non lavori? Io ho un amico disoccupato, Paolo, si chiama, lo conosci? Disoccupato o interinale, ora non ricordo, tu sei disoccupato-disoccupato? read more

Storyboard e altre storie. Videointervista

A cura di Federico Del Prete

 

Presentare il fotografo Gianni Berengo Gardin dopo cinquant’anni di carriera, ottant’anni suonati e duecentocinquanta fotolibri pubblicati è superfluo. Lasciamo allora questi numeri così come sono, e parliamo di Berengo come lavoratore. read more